Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

GIOVANI, ANZIANI, COMMERCIANTI E AMMINISTRAZIONE INSIEME PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE!

inserita il: 24/11/2017 10:50

GIOVANI, ANZIANI, COMMERCIANTI E AMMINISTRAZIONE INSIEME PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE!

In concomitanza con la giornata internazionale della violenza contro le donne che si celebra Sabato 25 Novembre, anche la Sartoria della Solidarietà di Fornacette, l’Auser e lo SPI-CGIL affiancano il Comune di Calcinaia nella sua opera di sensibilizzazione.

Lo stesso striscione che campeggia sulla facciata del Palazzo Comunale è stato infatti esposto anche di fronte al Circolo Operaio di Fornacette, nel pieno centro del paese.

Tutti gli esercizi commerciali di Calcinaia e Fornacette hanno inoltro esposto una treccia rossa realizzata dalla Sartoria della Solidarietà accompagnata da un messaggio semplice, ma efficace, ovvero “Giù le mani dalle Donne!”. Lo stesso che è stato consegnato Martedì 21 Novembre in Consiglio Comunale a tutti i membri dell’assemblea.

E sempre in tema di violenza di genere da segnalare un'altra bella iniziativa realizzata dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Calcinaia è quella che coinvolgerà  i ragazzi e le ragazze che parteciperanno Sabato 16 Dicembre al mini-torneo di palla prigioniera intitolato a Franca Viola, la prima donna italiana che rifiutò la pratica del “matrimonio riparatore”, divenuta per questo simbolo dell’emancipazione femminile italiana. Saranno i giovani del territorio a disputarsi il titolo di vincitori e saranno ancora loro a decidere a quale associazione o centro antiviolenza destinare il ricavato dell’iniziativa. Non mancherà un momento di confronto e dibattito sul tema della violenza di genere, a cui parteciperanno anche rappresentanti di realtà che quotidianamente lottano contro questo fenomeno.

Condividi