Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME DELLA SCUOLA ELEMENTARE DI FORNACETTE ADOTTANO ALBERI E PIANTE. ECCO IL NUOVO GIARDINO DELLA PRIMARIA DOPO “LA FESTA DEGLI ALBERI”

inserita il: 06/04/2019 12:04

I BAMBINI DELLE CLASSI PRIME DELLA SCUOLA ELEMENTARE DI FORNACETTE ADOTTANO ALBERI E PIANTE. ECCO IL NUOVO GIARDINO DELLA PRIMARIA DOPO “LA FESTA DEGLI ALBERI”

Una stupenda giornata di sole, resa unica da insegnanti e bambini delle classi prime della Scuola Elementare di Fornacette che hanno vissuto da protagonisti la “Festa degli Alberi” che è stata celebrata proprio nello spazio retrostante il bellissimo edificio della Pertini.

Momenti davvero belli e toccanti quelli a cui hanno preso parte anche i dirigenti Floriana Battaglia dell’Istituto Comprensivo M. L. King e Luigi Vittipaldi dirigente scolastico dell’ITCG Fermi di Pontedera (ex Preside dell’istituto M. L. King) e promotore del progetto Agritech, nonché Cristiano Alderigi, Assessore all’Ambiente del Comune di Calcinaia, Maria Ceccarelli, Assessore all’Istruzione e Giuseppe Mannucci, Assessore alle Politiche Sociali. Oltre ai rappresentanti dell'Agritech, dell'Auser e della Cooperativa Arnera.

E’ stato il dirigente Vittipaldi ha introdurre il progetto Agritech, che è stato inserito dal MIUR tra i 12 progetti più innovativi d’Italia e che per questo motivo ha ricevuto anche un finanziamento e che è stato avviato in alcuni istituti della Valdera, tra cui la primaria di Fornacette e dalla prossima settimana alla Media di Calcinaia: “Vogliamo che siano i ragazzi ad avere cura degli alberi da frutto che piantumeremo durante questa cerimonia, un modo per insegnare loro il rispetto della natura e che dal lavoro di squadra si possono raccogliere letteralmente dei frutti”.

E, come sottolineato dall’Assessore alle Politiche Scolastiche, Maria Ceccarelli: “Abbiamo scelto gli alunni delle classi prime perché sono quelli che rimarranno per cinque anni in questo edificio e quindi ci pareva doveroso che fossero loro ad adottare le piante che adesso sono picolle e fragili, ma che in questo tempo avranno modo di crescere, proprio come tutti questi bambini e fare frutti che magari potranno essere utilizzati direttamente nel laboratorio di cucina di questa scuola e foglie che potranno essere analizzate assieme alle insegnanti nel laboratorio di scienze”.

A puntare sull’importanza del rispetto e della salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo è stato l’Assessore, Cristiano Alderigi: “Qualcosa nel Mondo si sta risvegliando. Una coscienza ecologica che trasversalmente sta contagiando, per fortuna, tutto il nostro pianeta. Un movimento a cui ha contribuito un adolescente come Greta Thumberg a dimostrazione che sono proprio le future generazioni quelle che hanno più a cuore queste tematiche. Noi, invece, abbiamo un obbligo, quello di riconsegnare ai più piccoli un paese che ama e rispetta l’ambiente che lo preserva e lo valorizza. Quello che questa amministrazione ha cercato di fare in tutti questi anni, attraverso l’adozione di un regolamento urbanistico a basso impatto ambientale, attraverso la raccolta differenziata, la tariffazione puntuale e tante altre buone pratiche. Vorrei infine ringraziare l’associazione AUSER e la Cooperativa Arnera per il loro prezioso lavoro di supporto”.

Poi spazio ai bambini che prima della piantumazione hanno voluto dedicare singolarmente o a coppie un pensiero agli alberi, una magnifica poesia e anche una stupenda canzone, “Ci vuole un fiore” tratta dalle parole di Gianni Rodari e musicata da Sergio Endrigo. Un momento davvero emozionante che è stato ripreso da tutti i genitori e che ha perfino commosso qualcuno.

Poi sono stati i nonni dell’Auser e alcuni lavoratori della Cooperativa Arnera a piantumare gli alberi da frutto nelle buche che avevano precedentemente preparato. Sono stati così messi a dimora peri, albicocchi, un nespolo, un melograno, un susino ed anche quattro piante di viti. Inoltre sono state preparate le vasche per la piantumazione di piante orticole come il basilico, la santorina, il timo, il rosmarino e tante altri “odori”. Nel giardino retrostante l’edificio è stata posizionata anche una botte che servirà a fornire l’acqua necessaria per l’innaffiamento.

I bambini, accompagnati dalle insegnanti, hanno inoltre regalato a tutte le autorità presenti un piccolo pensiero che avevano preparato, un segnalibro in cui è scritto che “L’albero è vita!”. Poi a gruppi hanno messo un cartellino attorno alle piante di cui si prenderanno cura e quindi spronati dal Dirigente, Luigi Vittipaldi, hanno giurato di fronte a tutti i genitori di prendersi cura e di adottare ogni singola pianta dell’area a verde.

La bellissima cerimonia è terminata con le foto di rito in compagnia di tutti i genitori.

La Festa degli Alberi proseguirà anche la prossima settimana, infatti le classi prime (sezioni A, B, C, D) della scuola di Fornacette trapianteranno tutte le piantine orticole e i fiori nelle vasche appositamente predisposte dall’Amministrazione Comunale di Calcinaia, mentre dall’8 al 13 Aprile presso la scuola Media di Via Garemi sarà invece consegnata una serra (6m x 3m) che resterà in uso ai Plessi di Calcinaia, ai quali è stato già consegnato altro materiale per le attività di coltivazione in serra. Successivamente grazie al progetto Agritech si potrà sperimentare se la coltivazione su prato è più o meno proficua di quella in serra.

Resta il fatto che la Festa degli Alberi è stata un’occasione magnifica per condividere tra le famiglie concetti quali l’educazione ai corretti stili di vita e la sostenibilità ambientale.

Alcune foto della giornata qua sotto.

 

 

Condividi