Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

LA COSTITUZIONE NELLE MANI DEI GIOVANI DI CALCINAIA E FORNACETTE

inserita il: 25/09/2017 13:19

LA COSTITUZIONE NELLE MANI DEI GIOVANI DI CALCINAIA E FORNACETTE

Un progetto da realizzare, tutti i giorni, in ogni contesto e per l’intera collettività. Con questa consapevolezza, ma anche con questo impegno, sono tornati a casa i diciottenni e le diciottenni di Calcinaia e Fornacette che Sabato 23 Settembre hanno ricevuto dalle mani del Sindaco, Lucia Ciampi, una copia della Carta Costituzionale. La cornice è stata quella  della tradizionale e annuale iniziativa “Giovani di sana … “Costiuzione”, promossa dall’amministrazione comunale calcinaiola.

Intenso e in alcuni momenti addirittura toccante il pomeriggio che ragazzi e ragazze hanno trascorso in Sala D. Angelo Orsini, dedicato ai temi  della democrazia, della libertà, della Resistenza, ma anche dei diritti e dei doveri che la Costituzione riconosce e assegna a ciascuno di noi. A guidarli nella riflessione le emozionanti parole del Padre Costituente Piero Calamandrei, riportate in un video, e  i contributi del Primo Cittadino di Calcinaia e di alcuni rappresentanti dell’Anpi, intervenuti per celebrare e ricordare il 73° Anniversario della Liberazione di Calcinaia dal Nazifascismo.

“È un legame profondo e strettissimo quello che unisce la Liberazione dall’occupazione nazifascista, costata la vita a molte persone, tra cui anche moltissimi giovani, e la nostra Costituzione  - spiega il Sindaco Ciampi -. I valori della democrazia, della libertà, della giustizia, dell’uguaglianza che trovano la loro naturale sede all’interno della Carta Costituzionale nascono proprio dall’esperienza della Resistenza. Non a caso, molti Partigiani e molte Partigiane fecero infatti parte dell’Assemblea Costituente. Basti pensare, ad esempio, a Teresa Mattei, la più giovane tra le Madre Costituenti vissuta per lungo tempo in Valdera, a cui abbiamo recentemente intitolato la Pista Ciclo - Pedonale di Fornacette. A lei dobbiamo l'espressione “di fatto” all’interno dell’articolo 3 della Costituzione, che affida alla Repubblica il compito di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che limitano, di fatto, la libertà e l'eguaglianza tra i cittadini. Questo articolo, così come anche Teresa Mattei lo ha voluto, ci consegna un grande lavoro da fare. Ci spinge infatti a costruire un’uguaglianza non solo teorica, ma reale e concreta, una società che abbia veramente al centro la dignità della persona, nel rispetto delle diversità di ognuno".

A invitare i giovani a impegnarsi per cercare di attuare il progetto tracciato dalla Costituzione anche il Presidente dell’Anpi di Pisa, Bruno Possenti, che ha invitato i presenti a partecipare a un’iniziativa dedicata ai temi della Resistenza partigiana.

“Non dobbiamo mai lasciar cadere nell’oblio ciò che la Resistenza e la lotta partigiana è stata – afferma Possenti -, ciò che ha significato, sia a livello nazionale, sia a livello locale, cambiando le sorti del nostro Paese e dei nostri paesi, sprofondati nell’incubo del nazifascismo. A questo proposito vi invito a partecipare alla presentazione del libro dedicato a Luigi Vezzosi, un antifascista toscano che pagò di persona per le sue idee e il suo impegno. L’appuntamento è per Venerdì 13 Ottobre, alle ore 21,15, presso la Biblioteca Comunale di Calcinaia”.  

Presente all’incontro anche la sezione locale dell’Anpi intitolata a Giuseppe Ghiara. “La libertà e la democrazia – dichiara Giuliano Daini - ci paiono oggi qualcosa di scontato, una conquista fatta una volta per tutte in un’epoca ormai passata. Non è così: si tratta di valori da difendere, da riconquistare ogni giorno, nel piccolo della nostra vita quotidiana, così come nei contesti di più ampia portata. Non dimentichiamolo mai”.

L’evento si è concluso con la consegna delle copie della Costituzione, offerte dal Comune a tutti i presenti. Tra i partecipanti ragazzi e ragazze di diversa provenienza, origine, religione, sia normodotati che con disabilità: un piccolo esempio di come il progetto della Costituzione possa realizzarsi in concreto.

Condividi