Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

TARIP, BOLLETTE IN ARRIVO: L’EQUITÁ DELLA TARIFFAZIONE PUNTUALE SI TOCCA CON MANO

inserita il: 11/05/2017 12:16

TARIP, BOLLETTE IN ARRIVO: L’EQUITÁ DELLA TARIFFAZIONE PUNTUALE SI TOCCA CON MANO

Se prima era solo un esperimento, adesso è un metodo entrato pienamente a regime, di cui si possono iniziare a toccare con mano gli effettivi risultati. Si tratta della Tarip, la Tassa sui Rifiuti Puntuale, il nuovo sistema di tariffazione sperimentato nel 2016 dal Comune di Calcinaia, apripista per tutto il bacino Geofor, entrato in vigore l’1 gennaio 2017.

Se gli esiti sul piano ambientale si sono già rivelati ottimi, quelli sul fronte dell’equità stanno per arrivare. È infatti in corso di preparazione la bollettazione Tarip: a breve sarà dunque possibile verificare, cifre alla mano, se le confortanti previsioni emerse dalla sperimentazione saranno confermate.

“Sono prevalentemente due i motivi che ci hanno spinto a cogliere la sfida della tariffazione puntuale – afferma l’Assessore all’ambiente del Comune di Calcinaia, Cristiano Alderigi -, un sistema innovativo che si basa sul principio comunitario per cui chi più differenzia meno paga (basti infatti pensare che circa il 70% dell’importo della tassa viene determinato sulla base del numero di svuotamenti del residuo secco indifferenziato). Il primo riguarda l’ambiente. Già nella fase sperimentale della tariffazione, in un solo quadrimestre è stato possibile ridurre del 22% il rifiuto indifferenziato prodotto. Questo ha significato un miglioramento netto delle performance di differenziazione, con conseguenze positive sul recupero delle varie tipologie di rifiuto differenziato. Il connubio di questi due fattori – diminuzione dell’indifferenziato e miglioramento della differenziazione - ha dato luogo a un notevole risparmio economico per la collettività, che si è aggirato attorno ai 100 mila euro. Ciò permetterà un importante potenziamento del servizio reso ai cittadini: mi riferisco alla reintroduzione da quest’anno del terzo ritiro settimanale dell’organico durante i tre mesi della stagione estiva”.

“L’altro motivo che ci ha spinto ad adottare la Tarip riguarda l’equità. È giusto che coloro che più si impegnano nella raccolta differenziata dei rifiuti abbiano bollette più leggere rispetto a chi, in generale, non presta sufficiente attenzione al tema del riciclo dei rifiuti. La sperimentazione ha permesso di riscontrare come la maggioranza dei cittadini metta in atto buone pratiche: è infatti stato previsto, sulla base dei dati raccolti, una riduzione per oltre l’80% degli utenti delle bollette Tarip 2017, rispetto alle bollette Tari 2016”.

“Questa riduzione è stata quantificata mediamente, a livello percentuale, per le varie tipologie di nucleo familiare – spiega Alderigi -. Per un’abitazione in cui vivono due persone è stata calcolata una diminuzione media della bolletta pari al 24,52%, mentre per una famiglia formata da quattro componenti il calo medio previsionale del 34% circa. Le aspettative sono ancora migliori per le famiglie più numerose: con 5 componenti la diminuzione quantificata è del 41,51%, mentre per i nuclei formati da 6 membri la percentuale di riduzione supera il 47%”.

Per scoprire quali effetti avrà concretamente la nuova tariffazione sulla propria bolletta non resta dunque che attendere. Quella relativa al primo quadrimestre 2017 sarà infatti recapitata entro la fine del mese di Maggio.

Photo by Flavio Tani (prima classificata del contest promosso dal Comune di Calcinaia "Scatta la differenza")

Condividi