Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

UNA LIBERAZIONE DA RIVEDERE! 7000 AL CONCERTONE E TANTA PARTECIPAZIONE ANCHE ALLE CELEBRAZIONI UFFICIALI

inserita il: 27/04/2019 13:14

UNA LIBERAZIONE DA RIVEDERE! 7000 AL CONCERTONE E TANTA PARTECIPAZIONE ANCHE ALLE CELEBRAZIONI UFFICIALI

Ballare e cantare, ricordando i valori della Resistenza: Giovedì 25 Aprile sono state oltre 7000 le persone che hanno scelto di festeggiare il 74esimo Anniversario della fine del nazifascismo e della guerra in Italia alla Festa della Liberazione a Fornacette. Un appuntamento divenuto ormai un’istituzione per giovani e meno giovani provenienti da tutta la Toscana e non solo. Dopo 15 anni di successi, sia per l’impeccabile organizzazione, sia per la grande musica offerta, gli “aficionados” non hanno dubbi: la festa di Piazza della Resistenza non delude mai.

Il Comitato XXV Aprile, promotore come sempre dell’iniziativa alla quale ha contribuito anche il Comune di Calcinaia e la Regione Toscana, ha regalato ancora una volta a tutti coloro che hanno scelto Fornacette per festeggiare questa ricorrenza un pomeriggio all’insegna del divertimento, dell’allegria e della musica, cominciato con l’incredibile verve rocchettara della Borrkia Big Band, proseguita con un live davvero energico e davvero ricco di brani meravigliosi e stracelebri “der” Piotta e conclusa con i pezzi immortali di un gruppo così longevo e così seguito da avere pochi eguali in Italia: i Modena City Ramblers.

Impeccabile, come al solito, l’organizzazione allestita dal Comitato che ha predisposto anche i bus navetta che hanno assicurato il viaggio di ritorno gratuito ai giovani ragazzi provenienti da Pisa.  La giornata poi si è svolta in maniera pacifica e senza alcun tipo di disordine. A farla da padrone solo la voglia di stare insieme e ritrovarsi.

Da questo punto di vista, il Presidente del Comitato XXV Aprile, Simone Pampaloni ha rivolto anche dal palco un particolare ringraziamento a tutto lo staff della festa. Tanti ragazzi e ragazze che si sono impegnate per mesi per rendere possibile questo magnifico spettacolo.

La mattina invece il nostro Comune è stato teatro delle celebrazioni ufficiali della Festa della Liberazione alla presenza delle istituzioni, delle forze dell’Ordine, dei membri della società civile, dei rappresentanti delle associazioni che hanno preso parte (in tanti anche con le loro insegne), al corteo che alle 10.30 si è snodato dal Municipio di Calcinaia per toccare tutti i monumenti simbolo delle Resistenza che si trovano nel nostro territorio per omaggiarli con una corona di alloro.

Fornacette al corteo delle celebrazioni si sono aggiunte anche tutti gli altri comuni dell’Unione Valdera con i loro Sindaci e Assessori, oltre tre formazioni bandistiche del territorio, ovvero il Complesso Bandistico Belvedere di Capannoli, la Filarmonica “Volere è Potere” di Pontedera, la filarmonica “Giacomo Puccini” di Palaia e la Filarmonica “Andrea Bernardini” di Buti, che hanno impreziosito con i loro intermezzi musicali la cerimonia.

Una celebrazione resa ancor più speciale dall’intitolazione del Largo di fronte al Circolo Operaio a Francesco Petroni, stimatissimo Sindaco di Calcinaia dal 1980 al 1995. Parole sincere e commoventi da parte del figlio Stefano, del Sindaco, Lucia Ciampi, di Mauro Pardini in rappresentanza dell’Associazione dedicata proprio a Francesco Petroni e dell'ex Sindaco di Villanova del Camì, Joan Vich che attraverso una lettera piena di ricordi ha voluto testimoniare il suo particolare affetto nei confronti dell’ex sindaco-operaio. E’ stata poi Mara, la moglie di Francesco Petroni a svelare, assieme al Sindaco Ciampi, la targa realizzata in onore e in memoria di Francesco che dal 25 Aprile resterà sempre nel cuore di Fornacette

Dopo la deposizione dell’ultima corona di alloro in Piazza della Resistenza, a parlare di Liberazione, di Resistenza e di storia, scevra da ogni tipo di negazionismo e revisionismo, sono stati Elena Ricci, Presidente della sezione ANPI di Calcinaia,  e, naturalmente, il Sindaco del Comune di Calcinaia e Presidente dell’Unione Valdera, Lucia Ciampi.

Qua sotto alcune foto della giornata.

Condividi